martedì 2 luglio 2013

Recensione: Temptation of an Angel

Ed eccomi qui, cari lettori e care lettrici, a recensire uno dei drama più "incasinati" (scusate il francesismo, ma non trovavo altri termini) che abbia mai visto.

Il titolo originale è 천사의 유혹 (Cheonsaui Yuhuk), che letteralmente significa "Tentazione di un Angelo", infatti il titolo alternativo è proprio Temptation of an Angel.
Tra gli attori principali spiccano Bae Su Bin e Jin Hye Sol, che abbiamo già incontrato in 49 Days, anche se in quel caso, Jin Hye Sol recitava solo un ruolo marginale (la cameriera del ristorante Heaven di Kang), mentre Bae Su Bin era proprio uno dei personaggi principali (Kang Min Ho). Stavolta, i due si trovano a interpretare la parte di fratello e sorella: rispettivamente Shin Hyun Wo e Shin Hyun Ji

L'interpretazione a dir poco magistrale di Bae Su Bin (avevate dubbi?) è, stavolta, accompagnata da un bravissimo Kim Tae Hyun (che intepreta il Dr Nam Joo Seung).
Antagonista principale della serie è la bravissima Lee So Yeon (che interpreta Joo Ah Ran). 



Hyun Woo prima e dopo l'operazione
Temptation of an Angel racconta la storia di un ragazzo, Hyun Woo (interpretato inizialmente da Han Sang Jin) e di sua moglie, Ah Ran.
Dopo la morte dei genitori, avvenuta in uno strano incidente presso la fabbrica dove lavorava il padre, la piccola Ah Ran decide di vendicarsi e rovinare la famiglia del presidente della fabbrica, che era anche il presunto colpevole dell'incidente: Shin Woo Sub.
Dopo anni di stenti, la piccola Ah Ran cresce e incontra Hyun Woo, figlio di Woo Sub, lo seduce, lo fa innamorare e lo sposa, con il solo scopo di mandare in bancarotta l'azienda del padre, mettere tutti i fratelli e i genitori gli uni contro gli altri e distruggere la famiglia Shin sia economicamente, sia moralmente.


Quando Hyun Woo scopre il malefico piano tramato dalla moglie tenta di fermarla, ma un brutto incidente avvenuto proprio quando lui stava per svelare tutto ai genitori, lo sfigura, rendendolo irriconoscibile e deprimendolo ancor di più.
Così egli stesso medita, a sua volta, vendetta nei confronti di Ah Ran, sottoponendosi a un delicato intervento di chirurgia plastica e cambiando radicalmente volto (e attore, da qui infatti entra Bae Su Bin), recitando la parte dell'affascinante uomo "d'altri tempi" che conquista la vedova Ah Ran con lo scopo di umiliarla, così come lei voleva umiliare lui e la sua famiglia.

La durata totale del drama è di 21 episodi andati in onda in Corea del Sud dal 12 Ottobre al 22 Dicembre 2009. Per quasi metà serie la trama tarda a decollare, finendo per risolversi tutta in 4 puntate.
Nonostante questa pecca, le puntate non scorrono affatto lente.
Ad alleggerire la trama di per sé pesante, ci sono dei piccoli intermezzi comici i cui protagonisti sono il fratello di Hyun Woo e la sua ragazza. Piccoli stralci di ironia in una storia altrimenti troppo tragica.


Ah Ran: la "femme fatale" della storia
Il finale lascerà un po' tutti a bocca aperta, dato che nelle ultime 4 puntate la trama riesce a stravolgere tutto: anche la personalità dei protagonisti. Non so se sia un bene o un male, ma io l'ho vista come una prova che l'animo umano è cangiante: oggi può essere nero, ma domani può tornare candido grazie a un evento particolare che riporta la felicità.

Per tutta la serie, non ho saputo dare una valutazione alla trama o ai personaggi, proprio perché quando mi facevo un'idea, mi venivano cambiate le carte in tavola.
Solo alla fine ho saputo dare una valutazione...un bel 9 e 1/2. Non è 10 solo perché, secondo me, si poteva fare di più: almeno per far partire la trama con un po' di anticipo. 

Titolo Originale: 천사의 유혹 / Cheonsaui Yuhuk
Titoli Alternativi: Temptation of an Angel / Angel's Temptation / 天使的誘惑 / 天使の誘惑
Genere: Melodramma